Cosa può fare una stampante 3d per la chirurgia. I risultati di Medics con Ultimaker e 3DiTALY

Vi raccontiamo un case study dedicato a Medics, azienda torinese specializzata nella stampa 3D medicale. 

Medics è un’azienda italiana creata nel 2016 come startup all’interno dell’Incubatore Imprese Innovative del Politecnico di Torino (I3P) e dedicata alla stampa 3D medicale.Nasce dal desiderio di rendere gli interventi chirurgici sempre più sicuri, conservativi e meno invasivi possibili. Offre un approccio che apporti vantaggi al paziente, al chirurgo e alla struttura ospedaliera. Lo fa supportando i chirurghi nella pianificazione pre-operatoria e nella gestione intra-operatoria. Il tutto grazie a ricostruzioni anatomiche 3D e patient-specific che prendono il nome di Hyper Accuracy 3D® (o HA3D®).

Un approccio pionieristico: tecnologie 3D applicate alla chirurgia

Dal 2016 ad oggi, Medics non ha mai smesso di innovare. Il suo approccio può essere definito all’avanguardia perché sono stati tra i primi nel settore della medicina e della chirurgia a credere nelle potenzialità della stampa 3D e a metterle a sistema. Medics negli anni ha infatti strutturato una piattaforma per generare modelli anatomici specifici ottenuti dai pazienti e stampabili in 3D o guide chirurgiche custom made. Tutto ciò al fine di garantire un outcome clinico il più efficiente, replicabile e accurato possibile, anche in caso di malformazioni congenite.  

La stampa 3D medicale direttamente in ospedale e completamente da remoto.

La missione di Medics si basa su processi di creazione di modelli facili da eseguire. La creazione di modelli anatomici mediante stampa 3D medicale di Medics è accessibile e semplice: le stampanti sono posizionate negli ospedali e gestite da remoto. Questo permette ai chirurghi di avere a disposizione il modello fisico dell’osso/organo che deve operare, pronto all’uso e senza spedizioni, in circa 24 ore e senza dover gestire il processo di stampa. Una semplicità ottenuta grazie anche alla collaborazione di Medics con 3DiTALY, azienda leader nel settore della stampa 3D con una presenza capillare sul territorio nazionale. Insieme, le due realtà hanno studiato e messo alla prova differenti stampanti e materiali, per incontrare la soluzione più adatta per il mondo medico.

I vantaggi della stampa 3D per il mondo della chirurgia

I benefici connessi all’uso di modelli 3D nel comparto chirurgico sono molti. Di seguito ve ne elenchiamo i più importanti. Possiamo dividerli in benefici per il chirurgo, per il paziente, per le strutture ospedaliere.

Per il chirurgo:
  1. Avere migliore percezione visuo-spaziale del comparto anatomico da operare.
  2. Ridurre lo sforzo di astrazione e memorizzazione basato su immagini 2D.
  3. Simulare l’intera operazione, per prevenire potenziali problematiche.
  4. In fase intraoperatoria, usare il modello 3D come reference.
Per l’ospedale
  1. Limitare i tempi chirurgici e di ospedalizzazione, riducendo i costi connessi.
  2. Diminuire rischi intra o post operatori e problemi medico-legali. 
  3. Fornire strumenti di pratica per studenti e giovani chirurghi in completa sicurezza.
Per il paziente:
  1. Poter essere operato da professionisti preparati su uno scenario realistico.
  2. Ricevere un trattamento “su misura”, basato su un quadro clinico individuale.

La parola ai protagonisti Medics

Questa visione orientata ad una simulazione pre-operatoria tarata sul paziente coincide con la mission di Medics. “La tecnologia Medics supporta i chirurghi nella pianificazione e nella gestione degli interventi complessi”. commenta Andrea Andolfi, CEO di Medics.  “Dal 2016 anno di fondazione dell’azienda, realizziamo ricostruzioni 3D anatomiche e patient-specific” aggiunge Cecilia Presutti, MKTG e CCO Medics. In altre parole, modelli anatomici 3D di precisi pazienti e non generici. “In Medics lavoriamo ogni giorno per rendere la stampa 3D il più possibile accessibile, accurata e di facile adozione per i chirurghi” conclude Diego Manfrin, System R&D Medics.

Il processo di conversione da TAC e RMI fino al file STL

Come si stampa in 3D un modello per la chirurgia? Bisogna ottenere un corretto file 3D, a tenuta stagna e senza artefatti. Si ottiene a partire dalle immagini DICOM del paziente (TAC, AngioTAC, RMI).  Il modello è poi tradotto in mesh poligonale STL stampabile in 3D. Un file adatto per riprodurre fedelmente il distretto anatomico oggetto dell’intervento. Il lavoro viene svolto da un team di ingegneri biomedici. Ricordiamo, per concludere, che un percorso analogo e, ovviamente, semplificato per la didattica, è trattato nel corso di Imaging 3D per il mondo medicale della nostra accademia formativa DamA.  

Medics 3D sceglie Ultimaker S5 Pro Bundle per la stampa 3D medicale

Medics, in partnership con 3DiTALY, ha scelto una precisa stampante 3D per affiancare i professionisti del mondo medicale. Si tratta dell’Ultimaker S5 Pro Bundle. Questa stampante 3D consente di gestire completamente da remoto la stampa, mediante funzionalità cloud e con il supporto di accessori particolarmente appropriati alle necessità del comparto ospedaliero. Tra questi, la Material Station, che permette di conservare, proteggendole dall’umidità e dal degrado, fino a sei bobine di filamenti per la stampa, e il modulo Air Manager per l’aspirazione delle microplastiche e dei fumi nocivi generati in fase di stampa.

La scelta di materiali per simulazioni biomedicali realistiche

L’attento studio dei materiali e la consulenza di 3DiTALY hanno permesso a Medics di simulare la struttura ossea nei prototipi, offrendo ai medici una simulazione il più possibile realistica, altamente personalizzata e, allo stesso tempo, eco-friendly e con un processo di stoccaggio e refill semplificato. 

Tutti i modelli di stampa 3D medicale stampati direttamente nella struttura ospedaliera con le nostre Ultimaker S5 pro Bundle, sono certificati come medical device e sono realizzati con le più avanzate tecnologie di image processing e di additive manufacturing.

3DiTALY è il tuo consulente nella scelta di materiali e stampanti per medicina e chirurgia

A distanza di 10 anni dalla nostra nascita, possiamo confermare la nostra posizione di top player nel panorama italiano della stampa 3D anche nel campo medicale. Siamo partner strategici di Medics fin dalla nascita di questo progetto. Insieme a Medics, 3DiTALY si è dedicata a uno studio attento delle esigenze del comparto medico chirurgico, per individuare i migliori materiali e le migliori stampanti.  

E’ proprio grazie a questo studio che abbiamo potuto indicare la Ultimaker S5 Pro Bundle.  Una stampante capace di supportare tutti i tipi di filamenti e dotata di profili pre-determinati a livello di parametri, per offrire una soluzione semplice e intuitiva per la creazione dei prototipi medici 3D. 

La nostra capillare presenza sul territorio, inoltre, ci ha consentito di supportare Medics nello sviluppo del progetto e di migliorare l’esperienza di medici e strutture ospedaliere.

Conclusioni: nuovi orizzonti per la medicina e la chirurgia del futuro

Oggi Medics è capace di offrire medical devices di stampa 3D in grado di ridefinire gli standard della pianificazione e della gestione chirurgica. Con 3DiTALY affianco come consulente affidabile e competente.

Sei interessato anche tu al mondo medicale? Lavori nel campo della chirurgia?

Compila il seguente form, sarai ricontattato da un nostro consulente:   

    Nome *
    Cognome *
    Azienda o ente *
    Numero dipendenti *
    Settore *
    Ruolo *
    Città *
    CAP *
    Provincia *
    Telefono *
    Email *
    Messaggio

    Per maggiori informazioni leggi l' informativa privacy completa.


     

     

    Aspramente Studio s.r.l.s. - P.IVA: 12276371007